Aspetti legali

Non comperare indiscriminatamente la prima pillola o polvere! Informati dapprima sugli effetti, il dosaggio e comportati in modo critico.
Acquistando droghe sul mercato nero o via internet, ti assumi dei rischi difficilmente stimabili: non sai mai precisamente in che quantità è presente la sostanza attiva e quali altre sostanze sono contenute. Per determinare quantità e sostanze contenute, come pure aggiunte pericolose e impurità, è necessaria un’analisi chimica.

  • Assumi quindi dosi basse per principio e fai dapprima un test con una piccola dose!
  • Se possibile, approfitta delle offerte di drug-checking come test di pillole a grandi party nelle vicinanze. Le date dei test a livello svizzero le trovi sotto www.saferparty.ch.
  • Ricorda: legale non significa “innocuo”. Le “smart drugs” sono acquistabili legalmente anche via internet ma non sono legali perché innocue. I produttori aggirano la legge sugli stupefacenti ricorrendo a sostanze non ancora registrate. Spesso tali sostanze non sono ancora state studiate a sufficienza. Le informazioni relative alle sostanze sono coscientemente modificate per facilitarne la vendita (per esempio: “ha lo stesso effetto dell’ecstasy”). I rischi legati all’assunzione di tali sostanze sono quindi imprevedibili.
  • Pure le cosiddette “natural drugs” (ad esempio i funghi, il peyote, la salvia divinorum, i semi di rosa hawaiana, la datura…) possono avere conseguenze nocive e in alcuni casi posso provocare la morte.

Il consumo, lo spaccio, la detenzione e l’acquisto della maggior parte delle sostanze stupefacenti sono punibili in base alla legge federale sugli stupefacenti. Un elenco è disponibile sul sito www.admin.ch. Se compri, consumi o porti con te una di queste sostanze, la polizia può denunciarti al giudice anche se si tratta di piccole quantità.
Se sei fermato per un controllo devi fornire i tuoi dati personali, ossia il tuo nome e cognome, l’attinenza e la professione (non però il posto di lavoro o il nome del tuo datore di lavoro). La legge ammette la possibilità di non rilasciare dichiarazioni relative al posto di lavoro, il reddito, precedenti condanne o altri dati personali; all’arresto e in sede di interrogatorio, puoi quindi avvalerti del facoltà di non rispondere perché non sei tenuto ad accusare te stesso.
Nessuno dovrebbe fornire informazioni in virtù di promesse di vantaggi o privilegi. La polizia non può mantenere nessuna promessa di questo genere.
Le ispezioni corporali (prelievo di sangue, ispezione degli orifizi, ecc.) possono essere effettuate solo da un medico e solo se sussiste il sospetto di reato.
Per proteggere la tua integrità fisica e l’incolumità degli altri utenti delle strade non dovresti guidare sotto l’effetto di alcol e/o droghe. Di sicuro rischi il ritiro della patente e, nel peggiore dei casi, di provocare degli incidenti.

organigramma-5caa6e0c6774ff62917cb408d85261fe

Fondazione

PDF Organigramma

Consiglio di fondazione:

Ha il compito di vigilare sulla realizzazione degli scopi della Fondazione e di impostare le linee direttive del servizio. Si riunisce 3 volte all’anno. Approva i preventivi finanziari e i consuntivi. Esamina annualmente il rapporto di attività del Servizio e nello stesso il SMQ. Nomina i membri del Consiglio di direzione, dell'Ufficio presidenziale e l’Ufficio di revisione. In caso di bisogno provvede alla nomina di commissioni speciali. Funge da organo di ricorso contro le decisioni interne al servizio.
Responsabile: presidente
La carica di membro del CdF è benefica e si svolge a titolo grazioso. Vengono tuttavia riconosciute delle indennità e la rifusione delle spese vive cagionate dall’attività. Le stesse sono disciplinate dal rispettivo Regolamento.

Ufficio di revisione:

É organo esterno. Ha il compito di verificare la gestione finanziaria e contabile dell’istituzione e di stendere il relativo rapporto di revisione all'attenzione del CdF.
Viene convocato una volta all’anno.
Responsabile: Fiduciaria

Ufficio presidenziale:

É nominato dal Consiglio di fondazione. É composto di 3 membri: il presidente, un membro del CdF e dal direttore. Ha il compito di collaborare con la direzione nella gestione del servizio. Provvede, su proposta della direzione, alla nomina del personale, ad eccezione di quello di direzione.
Si riunisce 6-8 volte all’anno.
Responsabile: presidente